Subaffittare un appartamento durante un lungo viaggio: come si fa?

Subaffittare un appartamento durante un lungo viaggio: come si fa?

State per partire per un viaggio di diversi mesi, forse per un anno intero, ma volete trovare il vostro alloggio quando tornate in Francia? Avete pensato di subaffittare il vostro alloggio? In questo modo, si tiene la casa e si guadagna denaro per finanziare il viaggio.

Come posso subaffittare il mio alloggio?

Negli ultimi anni, il subaffitto è diventato più diffuso e molti affittuari lo usano per ricevere un reddito aggiuntivo. Tuttavia, il subaffitto non è così semplice come sembra e molti subaffitti sono illegali. La pratica del subaffitto è regolamentata e solo gli inquilini con il permesso del proprietario possono utilizzare questo tipo di sistema.

Prima di mettere il vostro alloggio su una piattaforma di noleggio, dovrete contattare il vostro locatore o locatore per ottenere la sua autorizzazione. È possibile ottenere un modello di richiesta di autorizzazione sul sito web del servizio pubblico.

Se scegliete di subaffittare senza autorizzazione, rischiate di rescindere il contratto di locazione e potreste dover pagare l’intero importo dell’affitto che ricevete al vostro locatore.

Come posso subaffittare il mio alloggio?

Una volta ottenuta l’autorizzazione dal proprietario e dal locatore, dovrete trovare un inquilino per il tempo del vostro viaggio all’estero. Ci sono molte piattaforme per questo. Tuttavia, non è possibile impostare l’affitto per il vostro alloggio come desiderate. Infatti, il suo importo deve essere concordato con il vostro locatore e non può superare l’affitto iniziale dell’alloggio.

Una volta trovato il vostro inquilino, dovrete stipulare un contratto di sublocazione con lui. Questo è incorniciato e ci sono alcuni punti da rispettare. Come per un classico contratto di locazione, devono essere menzionate diverse cose, tra cui: la durata del contratto di locazione, l’importo e le condizioni di pagamento del canone di locazione, le condizioni di risoluzione del contratto, l’importo del deposito cauzionale. Potete cercare dei modelli per essere sicuri di non dimenticare alcuna informazione al momento di redigere il contratto di sublocazione.

Ora potete fare l’inventario degli infissi con il vostro inquilino. Questo passo è fondamentale perché siete responsabili per qualsiasi danno che può essere causato all’appartamento e sarete responsabili nei confronti del vostro padrone di casa. Scrivi un documento completo con lo stato dei pavimenti, dei soffitti, degli eventuali mobili, degli impianti elettrici…

Devo annullare i miei contratti energetici e telefonici?

Senza dubbio avete un contratto con un fornitore di energia e probabilmente con un operatore telefonico e di internet. Ci sono due soluzioni per la durata del subaffitto: o si mantengono i contratti e si stipula un accordo con l’inquilino per il rimborso delle fatture, oppure si disdice il contratto e il nuovo inquilino dovrà scegliere da solo i suoi fornitori; questo può evitare inconvenienti finanziari in caso di subaffitto a lungo termine.

Infatti, se scegliete di mantenere i vostri contratti con cautela, siete responsabili dei pagamenti e se il vostro inquilino è in ritardo nel pagamento delle fatture, dovrete comunque pagarle. Inoltre, alla fine dell’anno potete pagare un adeguamento dei consumi che non è vostro.