Cosa fare quando il frigorifero non raffredda

Cosa fare quando il frigorifero non raffredda

Il frigorifero non raffredda: cosa fare

Il frigo non raffredda? La prima cosa da fare è capire se si è in grado di comprendere quale possa essere la causa e decidere di chiamare un tecnico solo se i nostri tentativi fai da te falliscano.
Spesso problemi legati alla pulizia o ad una scarsa manutenzione, possono indurre l’elettrodomestico a non funzionare correttamente. Prima di decidere se rivolgersi ad un tecnico oppure acquistarne uno nuovo, è bene individuare le probabili cause ed i successivi rimedi per risolvere il problema e riportare l’elettrodomestico al suo originale funzionamento.

Una causa potrebbe essere il termostato impostato ad una temperatura errata.
Quindi il primo tentativo da fare è posizionare il termostato alla temperatura minima e controllare se il raffreddamento avviene. Qualora non si dovesse verificare alcun miglioramento, allora la causa sarà sicuramente da addebitare al termostato, il quale a questo punto andrà sostituito.
Il web offre una vasta gamma di termostati, a noi la scelta.

Altra causa potrebbero essere le guarnizioni, le quali, se usurate, non permettono una perfetta chiusura delle porte tanto da garantire il necessario isolamento per evitare la dispersione del freddo.
E’ giunto quindi il momento di sostituirle. Anche in questo caso il web è un ottimo alleato per la ricerca di quelle originali, conformi per marca e dimensione al nostro frigorifero.
Se siamo in estate aprire e chiudere continuamente il nostro frigorifero farà sì che questa manovra inciderà sul suo giusto raffreddamento.

Inoltre potrebbe accadere di constatare che il freezer funziona ma al contraio il vano frigorifero no.
E’ bene allora dare un’occhiata al freezer se nel suo vano è presente troppo ghiaccio, la soluzioni migliore è sbrinarlo e valutare in seguito se il frigorifero si sarà adeguatamento raffreddato.
Se tutti questi tentativi risultano un fallimento, allora potrebbe trattarsi di qualcosa di più serio, come ad esempio il compressore, allora con molta probabilità sarà il caso di rivolgersi ad un tecnico specializzato.

COSA FARE QUANDO IL FRIGO RAFFREDDA LENTAMENTE

Se il nostro frigorifero raffredda lentamente c’è sicuramente qualche malfunzionamento al suo interno.
Problema da non sottovalutare poichè spesso rappresenta uno spreco di energia elettrica. Il malfunzionamento del termostato, come già visto può non far raffreddare il frigorifero o farlo raffreddare lentamente. Sarà dunque il caso di sostituirlo?

Anche il danneggiamento della resistenza è tra le cause di un raffreddamento più lento, per comprendere se essa è danneggiata occorrerà avere a disposizione un tester se vogliamo far ricorso al fai da te. Altra causa di mal raffreddamento è la scheda elettronica danneggiata ma in questi casi è sempre consigliabile evitare il fai da te, se non si è abbastanza esperti, è sempre bene rimettersi nelle mani di un professionista tecnico specializzato.

Inoltre quando il compressore è sempre acceso ed esso va di continuo, ma il frigo non raffredda bene, è molto probabile che abbia un problema di gas.

LE SOLUZIONI

Il mal funzionamento del nostro frigorifero ci porterà a riflettere se è il caso di acquistarne uno nuovo, la quale scelta, ci indurrà a subire una spesa sicuramente più onerosa rispetto alla sostituzione delle parti danneggiate. In alcuni casi la soluzione al problema è facile da trovare.

Qualora il malfunzionamento è dovuto ad una scarsa manutenzione, adottare una manutenzione costante, al contrario, eviterà che l’elettrodomestico possa andare incontro eventuali guasti.
E’ buona abitudine quindi pulire ogni settimana a fondo il nostro frigorifero, così da non sovraccaricare il sistema di raffreddamento, mentre ogni sei mesi circa è necessario cambiare il filtro dell’acqua così da evitare che il calcare possa intasare le canaline.

Inoltre almeno una volta l’anno è buona abitudine pulire le bobbine dai residui di polvere e sporco. Qualora invece il problema del mal raffreddamento è dovuto come abbiamo visto, ad un difetto del termostato, sostituirlo non sarà cosa complicata se siamo nelle condizioni di saperlo fare. Così come se ad essere compromesse saranno le guarnizioni, la loro sostituzione sarà altrettanto semplice. Ciò che è fondamentale sarà controllare bene le misure delle guarnizoni ed accettarsi che siano quelle giuste per l’elettrodomestico in questione. Qualora però il danno è più serio come ad esempio il compressore danneggiato allora è necessario rivolgersi ad un esperto.

Qualora i tentativi fai da te non abbiano prodotto alcun risultato ed il danno è eccessivamente oneroso per cui non è il caso di investire denaro su un elettrodomestico datato, la soluzione ottimale è quella di acquistarne uno nuovo. Anche la scelta di un frigorifero che soddisfi le nostre aspettative sarà frutto di un’attenta ed accurata valutazione di una vasta gamma di prodotti presenti sul mercato.

Posto che, il frigorifero è l’elettrodomestico più importante della nostra cucina esso è il luogo dove poniamo i prodotti alimentari acquistati, pertanto la giusta conservazione degli stessi sarà direttamente proporzionale al corretto funzionamento dell’elettrodomestico. Altro elemento importante è la classe energetica a cui l’elettrodomestico appartiene. La scelta cadrà senza dubbio, su frigoriferi che garantiscono un minor consumo di energia elettrica visto che per il suo funzionamento è necessario che esso sia costantemente collegato alla corrente.

Altro aspetto da non sottovalutare è il rapporto qualità/prezzo.
L’elettrodomestico oltre che soddisfare l’impatto visivo dovrà soddisfare anche le sue prestazioni.
Il frigorifero è diventato ormai un vero elemento d’arredo, e spesso è ciò che per primo notiamo in una cucina.