Le tipologie di camini senza canna fumaria

Le tipologie di camini senza canna fumaria

Un elemento molto funzionale e soprattutto bello da vedere in casa è il camino. Con esso si può cucinare tanti piatti arrosto, con un gusto e sapore unico nel suo genere, e dare un tocco di grande eleganza al locale, grazie al fuoco emesso, ideale anche per riscaldare specialmente durante la stagione invernale.

Purtroppo, molte famiglie rinunciano per via dello spazio e della struttura che il camino classico richiede, la canna fumaria, che è particolarmente scomoda da installare, specialmente se si vive in un condominio, dovrà bisogna fare specifiche richieste e richiedere autorizzazione apposita.

Grazie allo sviluppo della tecnologia, però, sono nati tante tipologie differenti di camini che funzionano senza canna fumaria, ma con sistemi di scarico appositi per aria e fumi. Questi camini sono anche molto belli dal punto di vista estetico e hanno praticamente le stesse funzionalità e potenzialità dei modelli tradizionali.

Scopriamo qualcosa più sui camini senza canna fumaria (consulta il catalogo su https://www.maisonfire.com) e sulle varie tipologie esistenti in commercio.

Questi camini moderni sono sempre più diffusi all’interno delle abitazioni, per la facilità di installazione, la comodità che offrono e l’ottimo aspetto estetico che apportano al design del locale. Sono tre i principali modelli di camini senza canna fumaria che è possibile scegliere di installare presso la propria abitazione:

  • Caminetti a bioetanolo. Questa sostanza specifica è un combustibile liquido che deriva dagli scarti dell’agricoltura e permette di sprigionare un’ottima quantità di calore senza produrre puzza o fumi eccessivi, motivo per cui si adatta ottimamente a grandi locali. Andrà ovviamente ricaricato di bioetanolo ogni volta che si scarica, ma esso non ha un prezzo molto elevato e sono numerosi i rivenditori che lo vendono, sia fisici sia sul mondo del web. L’unico aspetto negativo sottolineato da alcuni è che l’estetica è molto artificiale, nonostante si sia cercato di riprodurre più fedelmente possibile quella del fuoco ardente di un camino classico con canna fumaria.
  • Camino elettrico. E’ una delle soluzioni più diffuse ed apprezzate di tipologie di camini senza canna fumaria. Non necessitano di ricariche apposite con combustibili o altri liquidi, in quanto funzionano con l’energia elettrica. Hanno un aspetto molto bello dal punto di vista estetico, moderno, e si adattano in ogni contesto, riscaldando ottimamente l’intera stanza. Il clima cambierà in pochissimo tempo, grazie all’ottima efficienza che il camino elettrico possiede. E’ una giusta via di mezzo tra consumi non eccessivi e giusto calore di riscaldamento apportato.
  • Caminetti a gas. Sono tipologie di modelli che sfruttano il gas, come GPL o metano, ma molti non li considerano propriamente sicuri da tenere in casa ed inoltre affermano che inquinano notevolmente l’aria. Semplicemente, deve essere installato un modello che rispetti tutte le normative vigenti. Sarà comunque necessario installare una piccola via per scaricare i fumi prodotti all’esterno.