Trasformazione vasca in doccia: come fare?

Trasformazione vasca in doccia: come fare?

Hai intenzione di trasformare la tua vasca da bagno in doccia? Attualmente il mercato ti propone varie soluzioni per effettuare quest’operazione sostitutiva, rispettando i canoni estetici e garantendo sicurezza. In alcuni casi questo tipo di intervento è reso necessario dalla presenza di persone con problemi di deambulazione, quali anziani, disabili o soggetti con disturbi articolari o muscolari alle gambe.

Perché trasformare la vasca in doccia

Questo tipo di operazione ti permette di migliorare la gestione dello spazio del tuo bagno, consentendoti di risparmiare sulle bollette di acqua e gas, grazie alla riduzione della quantità di acqua. Un elemento che non devi trascurare è l’igiene: è molto più facile igienizzare un box doccia che una vasca da bagno per la quale servono più accorgimenti. Altro fattore da tenere in considerazione riguarda la funzionalità della doccia, specie nel caso di anziani o disabili e per coloro che li assistono nella pratica dell’igiene personale. La trasformazione della vasca in doccia è un intervento che si effettua in poche ore, senza sporcare troppo. Si tratta quindi di un’operazione da tenere in considerazione ai fini di un miglioramento valido per tutta la famiglia.

Vantaggi della doccia

  • Anche se un bel bagno in vasca è sicuramente rilassante, molto spesso non hai tempo e la doccia rimane la soluzione più comoda e sbrigativa;
  • Attualmente trovi in commercio box doccia dotati di idromassaggio, che ti consentono di rilassarti con le tecniche tipiche di una spa moderna;
  • L’installazione di una doccia in sostituzione della vasca ottimizza lo spazio nel bagno, dato che generalmente questa stanza non è molto grande;
  • L’uso della doccia consente il risparmio di notevoli quantità di acqua, facendo diminuire il costo delle bollette.

Quanto costa la trasformazione vasca in doccia?

Per quanto riguarda il costo della sostituzione della vasca con doccia, questo dipende molto dal modello che hai intenzione di scegliere. L’operazione, tenendo conto della manodopera e dei materiali usati, costa generalmente 400 euro circa, installando gli elementi base del solo piatto doccia. Il prezzo aumenta a seconda del tipo di box che farai installare. Un box doccia in cristallo temperato, ad esempio, costa sui 1000 euro, ma puoi risparmiare scegliendone uno in plexiglass oppure optando per la tenda in plastica. Nell’intervento di sostituzione sono compresi l’allacciamento all’impianto idrico e l’adattamento idraulico dello scarico. Una volta terminato il lavoro dell’idraulico, la doccia è pronta per essere utilizzata.

Descrizione dell’intervento di trasformazione vasca in doccia

Per effettuare quest’operazione occorre rimuovere la vasca e la struttura di cemento che la sostiene, quindi si procede appianando il pavimento. Se la doccia che hai scelto ha le stesse dimensioni della vasca basta posizionare il piatto sul cemento. Qualora, invece, avessi optato per la riduzione della lunghezza, sfruttando così lo spazio rimanente come meglio credi, verranno posate le piastrelle e un piatto doccia più corto. Una volta installato il piatto doccia, si procede col posizionamento della cabina che dovrà seguire il profilo del piatto e sarà provvista di binari guida sia nella parte inferiore che in quella superiore. Generalmente una azienda di qualità provvede a lasciare il bagno pulito e a smaltire la vecchia vasca. Per la trasformazione della vasca in doccia dovrai affidarti ai professionisti del settore che si occuperanno anche degli attacchi e dell’adeguamento del sistema idraulico. Puoi scoprire prezzi e maggiori informazioni in questo approfondimento su come trasformare la vasca in doccia.

Quale cabina doccia scegliere?

Presa la decisione di trasformare la vasca in doccia dovrai scegliere il tipo di box che più rispecchia i tuoi gusti ed esigenze personali. Devi tener conto delle dimensioni e della zona d’impegno della doccia, quindi potrai optare per una delle seguenti tipologie di box:

  • Box doccia a ridosso di un vano, che prevede solo il posizionamento delle porte;
  • Box doccia angolari, disponibili con base rotonda o quadrata;
  • Box doccia centrali e indipendenti.

I prezzi di questi box possono variare a seconda delle dimensioni e dei materiali scelti, ma non solo: anche i vari tipi di aperture incidono sui costi e sull’aspetto funzionale delle cabine doccia. Tra le tipologie di apertura puoi scegliere una di queste soluzioni:

  • Box con ante scorrevoli, ideale per gli spazi piccoli;
  • Box con ante a battente, per gli ambienti più ampi;
  • Box con chiusura a libro, che unisce entrambe le soluzioni.

Come garantire la sicurezza delle persone con la trasformazione vasca in doccia

Se con te vivono persone anziane con problemi motori o disabili, sarà fondamentale prestare molta attenzione alla realizzazione della stanza da bagno in modo da eliminare le barriere architettoniche (maggiori  informazioni a questo link https://www.disabili.com/mobilita-auto/articoli-mobilita-a-auto/consigli-per-progettare-un-bagno-accessibile). Questi accorgimenti faranno sì che il bagno diventi accessibile a chiunque, che siano anziani o disabili. Sostituendo la vasca con la doccia sarà tutto più semplice, ma dovrai rispettare alcune regole fondamentali: il piatto doccia dovrà essere installato a filo pavimento per garantire un accesso più comodo, il box doccia sarà dotato di una porta scorrevole larga almeno 90 cm e, in più, dovrai premurarti di far posizionare dei maniglioni di sicurezza dentro il box.